3 MITI DA SFATARE SULLA MAMMA

Domenica 9 Maggio è stata la Festa della Mamma.


Ho letto sui vari social tanti bellissimi e tenerissimi messaggi di amore di figli alle loro mamme, che certamente riempiono il cuore e danno valore alla figura della mamma, spesso sottovalutata.


Ricordiamoci tuttavia che il ruolo della mamma, così come quello de papà, non si acquisiscono semplicemente mettendo al mondo un figlio.

L'istinto materno e quello paterno non sono dono di tutti.

Si possono imparare e migliorare, ma non tutte le donne o tutti gli uomini vogliono avere dei figli.


Ecco quindi perché ci sono affermazioni ricorrenti che sono in realtà delle bufale consolidate.

Quella che sento più spesso:

  • ogni donna ha un istinto materno

Perché invece un padre che si prende cura di un figlio abbandonato dalla madre, non può avere più istinto materno di una donna?

Viene ironicamente chiamato "mammo", come se il senso di maternità si limitasse al portare in grembo un figlio e a partorirlo.

Di questo ne avrebbero sicuramente molto da discutere tutte le mamme adottive, che in quanto a istinto materno non credo siano seconde a nessuno.


La seconda bufala:

  • la mamma è sempre più buona del papà e perdona sempre


Vi presenterei mia madre e anch'io non scherzo!

Questo luogo comune che la mamma è sempre disposta al perdono e ad accettare ogni scusa, non ha effettivamente nessun riscontro nella vita di tutti i giorni.

Credo sia un retaggio culturale che ci trasciniamo da secoli, ormai completamente disconnesso con le mamme e le donne moderne e anche con i padri e uomini moderni.

La figura del padre autoritario, pronto al pestaggio del figlio disubbidiente, nonostante i nostalgici, è ormai ampiamente superato.

Così come quello della mamma dolce e protettiva, in antitesi col padre burbero ed assente.


La terza bufala, ma potrei elencarne molte altre ancora:

  • di mamma ce n'è una sola


Questa forse è la più macroscopica.

A parte che in alcuni casi molto meglio così, poi è davvero un'affermazione troppo soggettiva, soprattutto se calata nella società di oggi.


Ci sono figli che hanno due mamme, perché i genitori sono separati, oppure hanno nonne o zie che sono per loro come delle mamme.

Cosa si vuole intendere davvero dicendo che di mamma ce n'è una sola?

Che l'amore di una mamma è unico ed esclusivo?

Declassando tutte le altre forme di amore a qualcosa di meno intenso e meno vero?


Che antipatica forma di presunzione da parte delle mamme!


Diventare mamma può davvero portare ad un'evoluzione del cuore e della mente, ad una forma di generosità assoluta ed appagante verso i figli, ma non è scontata, non è per tutti e non è prerogativa esclusiva della donna.


Questo è un messaggio che nel 2021 dovrebbe essere ormai chiaro al mondo.


Ci sono donne che non hanno nessuna voglia di essere madri.

Crescere dei figli è un impegno durevole, difficile, faticoso e soprattutto richiede un compagno affidabile ed equilibrato, col quale condividere il peso della famiglia... molto meglio prendere un animale da compagnia.


Per contro ci sono uomini che adorano i bambini e preferiscono giocare per terra con piccoli mostri che li tiranneggiano con pupazzi e macchinine, inventando storie fantastiche, piuttosto che trascorrere interminabili ore in asettici uffici, blindati in interminabili riunioni.


C'è chi si ritrova madre per caso e si stravolge la vita e chi ha sempre voluto esserlo e si stravolge la vita ugualmente, perché nessuno è mai abbastanza preparato ad accogliere un figlio.


In ogni caso non è sufficiente l'amore per essere una buona mamma ed un buon papà, per amore si possono commettere errori enormi.

Ciascuno imparerà, nel percorso della crescita, che per essere un buon genitore occorre essere anche un buon educatore.


Quando è nata la mia prima figlia, fortemente voluta da me e mio marito, ho capito che la mia vocazione principale era fare la mamma.

Ne ho fatto davvero una professione, nel senso che tutte le scelte che sono seguite sono state fatte in funzione dell'essere madre.


Essere madre comporta conoscere profondamente la società che ci circonda, capirne le dinamiche, le difficoltà ed i pericoli, per preparare i figli ad affrontarla con coraggio, senza paure, ma con le giuste precauzioni.

Per questo ho sempre continuato a lavorare, ho sempre seguito i loro percorsi scolastici, ho interagito coi loro amici, le ho accompagnate nello sport e sono rimasta al passo con tutte le nuove tecnologie, che certo non avevano preoccupato mia madre.

E' un lavoro a tempo pieno, che richiede continui aggiornamenti, dove l'errore è inevitabile, ma forse proprio per questo ci rende più credibili ed umani agli occhi dei nostri figli.


Non mi sono mai pentita delle scelte che ho fatto, sempre supportata da mio marito, che in più di qualche occasione ha fatto il "mammo", per darmi la possibilità di essere mamma anche con altri bimbi in tutte le attività ludiche e sportive in cui sono sempre stata impegnata.


Probabilmente non sono la mamma perfetta, anche domenica non ero con loro.


Ho fatto la mamma di altre figlie, impegnate in una gara sportiva, dove le loro mamme erano confinate nelle loro auto a seguirle in streaming, visto che la normativa anti-Covid preclude l'ingresso al pubblico agli eventi sportivi.


Mi hanno aspettata la sera tardi, per regalarmi dei fiori e festeggiare insieme con pane e Nutella.


L'esempio di mamma che vorrei dare alle mie figlie è quella con più doveri che diritti.

Vorrei che imparassero che l'amore può e deve essere condiviso con chi ne ha meno.

Vorrei che capissero che amore non è solo prendersi cura di una persona, sfamarla e proteggerla, ma darle i mezzi per camminare da sola e poi avere il coraggio di lasciarla andare, pur sapendo che potrebbe cadere.

Vorrei che capissero che mamma è colei o colui che non ti difenderà se hai torto, ma che ti aiuterà a prenderti le tue responsabilità se vorrai riparare.


Questa per me è la professione di una madre.


In definitiva "Mamma" è una parola d'amore, non esclusiva e limitativa, valida per uomini e donne.


Non si acquisisce per diritto divino, non protegge da possibili errori o critiche, è un ruolo che va oltre il tempo e le mode.


"Mamma" è un modo di essere, che nessuno può insegnare o imbrigliare in poche semplici righe.


Auguri Mamme.


#professionemadre #PAOLABERGAMASCO #festadellamamma #educazione #figli #genitori #parole #mamma


Foto di <a href="https://pixabay.com/photos/?utm_source=link-attribution&amp;utm_medium=referral&amp;utm_campaign=image&amp;utm_content=1150109">Free-Photos</a> da <a href="https://pixabay.com/it/?utm_source=link-attribution&amp;utm_medium=referral&amp;utm_campaign=image&amp;utm_content=1150109">Pixabay</a>




15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti